Riflessioni

Settembre

settembre-3

“Prima che il vento si porti via tutto
e che settembre ci porti una strana felicità
pensando a cieli infuocati
ai brevi amori infiniti
respira questa libertà!”
Jovanotti

É solo una delle tante sere di fine estate: sei seduta in giardino a leggere, quando una lieve brezza ti accarezza il volto. Alzi gli occhi al cielo e vedi enormi nuvole avvicinarsi minacciose: l’aria ormai profuma di pioggia e, nonostante siano solo le otto, il tramonto ha già tinto il cielo di rosso, segnando la fine di un’altra giornata.
Le elevate temperature estive sono sostituite (finalmente) da temperature umanamente più sopportabili. E non appena ti rendi conto di essere riuscita a sopravvivere per più di cinque minuti all’aperto, senza che nessuna zanzara cercasse di recitare con la stessa ferocia il ruolo di Dracula, sei pienamente consapevole che un’altra estate ormai si è conclusa.
L’arrivo di Settembre porta sempre con sé nuove consapevolezze, assieme agli stessi quotidiani ritmi di vita che dovremmo seguire per tutto l’inverno.
Per alcuni è tempo di rispolverare gli zaini lasciati a riposare per i tre mesi estivi; per altri è tempo di rincorrere l’ennesimo esame universitario che si vorrebbe solo rimandare; mentre per altri ancora le ferie finiscono, e ricomincia la solita così routine dominata dal lavoro e dalle responsabilità.
Settembre, il mese più odiato dagli studenti, e il più apprezzato da chi, come me, ama l’inverno e tutto ciò che lo precede: le foglie che cadono con eleganza dagli alberi, il tempo che diventa ogni giorno più uggioso, le giornate che si accorciano.
Settembre sembra essere il mese degli addii, in quanto si saluta tutto ciò che ha rappresentato l’estate e la libertà (esattamente come dice Jovanotti), ma io l’ho sempre trovato un mese di profonda rinascita.
Per me ogni anno, a Settembre, è un po’ come ricominciare da capo: anche se sembra di ritornare sempre alla solita, vecchia, routine, tutto in qualche modo può sembrare diverso, fresco e nuovo.
É il mese in cui si nutrono le speranze più disparate: speranze di un impegno duro e costante in palestra e nella dieta, (anche se, solitamente, si estinguono dopo pochi mesi), speranze di raggiungere obbiettivi nuovi; ed infine, la speranza che il tempo possa tramutarci in persone diverse, forse migliori.
Con Settembre è tempo ormai di dire addio alle esperienze di questa estate e, purtroppo, anche ad alcune persone. Nel frattempo, per sedare quell’amara malinconia che ogni tanto può farci visita, ci si può affidare ai buon vecchi ricordi: i soli a poterci permettere di rivivere certe emozioni, certi luoghi e certe persone, affinchè ci accompagnino e rimangano sempre parte di noi.

Martina Vaggi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...